Val di Cornia

La Val di Cornia costituisce l'estremo lembo meridionale della provincia di Livorno, sul territorio della Maremma Piombinese; si estende nell'area a cavallo tra la Maremma Livornese (storicamente Maremma Pisana) e la Maremma Grossetana nei pressi della foce dell'omonimo fiume. Il territorio risulta prevalentemente collinare nell'entroterra dove si insinua verso le ultime propaggini sud-occidentali delle Colline Metallifere e si inoltra nella parte meridionale della provincia di Pisa lambendo la Val di Cecina; è pianeggiante invece lungo la fascia costiera, fatta eccezione per il promontorio di Piombino che separa l'omonima città (che ne è capoluogo e sede del Circondario) dal Golfo di Baratti, sulla cui sommità settentrionale sorge il borgo medievale di Populonia che si è sviluppato presso la preesistente città etrusca con le relative necropoli. Suvereto, Sassetta, Monteverdi, Campiglia: sono alcune delle località dove si producono i vini della Val di Cornia, vallata suggestiva ricca di memorie storiche, di splendidi paesaggi. Borghi medievali dove i romani costruirono sontuose dimore e dove sulle colline piantarono le vigne. Case arroccate, vicoli scoscesi, chiese e castelli, il tutto in un paesaggio verdissimo e dal clima ideale per la coltivazione della vite. Le uve destinate alla produzione dei vini Val di Cornia devono essere prodotte nei territori dei comuni di Suvereto, Sassetta, Piombino, San Vincenzo, Campiglia Marittima e Monteverdi Marittimo. La sottozona Suvereto coincide con i confini dell'omonimo comune. Questa denominazione, istituita nel 1989, comprende diverse tipologie di vini quali il Bianco, il Rosso, il Rosato, l'Ansonica, il Cabernet Sauvignon, il Ciliegiolo, il Merlot, il Sangiovese, il Vermentino, l'Aleatico passito, l'Ansonica passito, il Suvereto, il Suvereto Cabernet Sauvignon, il Suvereto Merlot e il Suvereto Sangiovese. 

 Vitigno

Val di Cornia Rosso (anche nella menzione riserva e superiore) e Rosato si ottiene da Sangiovese (minimo 50%), Cabernet Sauvignon e/o Merlot (massimo 50%), con l'eventuale aggiunta di altri vitigni fino ad un massimo del 20%. Sono previste anche le tipologie Cabernet Sauvignon (anche riserva e superiore), Ciliegiolo, Merlot (anche riserva e superiore) e Sangiovese (anche riserva e superiore) quando l'omonimo vitigno è presente almeno all'85%. Val di Cornia Bianco: Trebbiano toscano (minimo 50%), Vermentino bianco (15-50%), altri vitigni fino ad un massimo del 25%. Sono previste anche le tipologie Vermentino e Ansonica, con i rispettivi vitigni presenti almeno all'85%. La denominazione comprende anche l'Aleatico Passito (Aleatico 100%) e l'Ansonica Passito (Ansonica 100%). La sottozona Suvereto viene prodotta con Cabernet Sauvignon e Merlot, con l'eventuale aggiunta di altri vitigni fino ad un massimo del 10%; quando i vitigni Merlot, Sangiovese e Cabernet Sauvignon sono presenti per almeno l'85%, la sottozona Suvereto può avvalersi delle rispettive specificazioni.

 Caratteristiche

Aspetto    Le tipologie Val di Cornia Bianco e Ansonica presentano colore giallo paglierino di limpidezza brillante. Il Val di Cornia Rosato ha colore rosato tenue di limpidezza brillante. Il Val di Cornia Rosso ha colore rosso rubino di buona intensità, di limpidezza brillante. Il Val di Cornia Ciliegiolo ha colore rosso rubino. Il Val di Cornia Merlot, Sangiovese e Cabernet Sauvignon presentano colore rosso rubino tendente al granato con l'invecchiamento, di limpidezza brillante. Il Val di Cornia Aleatico Passito presenta colore rosso rubino intenso, di limpidezza brillante. Il Val di Cornia Ansonica Passito colore paglierino intenso, di limpidezza brillante. Il Val di Cornia Suvereto colore rosso rubino anche intenso, brillante. Il Val di Cornia Suvereto Merlot, Cabernet Sauvignon e Sangiovese hanno colore rosso rubino intenso o granato, anche brillante per il Sangiovese.
Profumo   Il Val di Cornia Bianco ha profumo delicato, più o meno fruttato. Il Val di Cornia Ansonica profumo intenso, caratteristico. Il Val di Cornia Rosato profumo vinoso, delicato, più o meno fruttato. Il Val di Cornia Rosso ha profumo vinoso, delicato. Il Val di Cornia Ciliegiolo profumo vinoso, delicato. Il Val di Cornia Merlot, Sangiovese e Cabernet Sauvignon presentano profumo vinoso, delicato. Il Val di Cornia Aleatico Passito profumo intenso, vinoso. Il Val di Cornia Ansonica Passito ha profumo caratteristico intenso. Il Val di Cornia Suvereto profumo vinoso, delicato. Il Val di Cornia Suvereto Merlot, Cabernet Sauvignon e Sangiovese hanno profumo delicato e caratteristico, fine per il Cabernet Sauvignon e il Sangiovese. 
Gusto   Il gusto del Val di Cornia bianco è secco, fresco, quello del Val di Cornia Ansonica è ricco, armonico. Il Val di Cornia Rosato ha sapore secco, fresco e gradevole. Le tipologie Val di Cornia Rosso, Val di Cornia Ciliegiolo, Val di Cornia Merlot, Sangiovese e Cabernet Sauvignon hanno sapore asciutto, vellutato, armonico, di buon corpo. Il Val di Cornia Aleatico Passito ha sapore leggermente dolce, ricco di corpo. Il Val di Cornia Ansonica Passito sapore amabile. Il Val di Cornia Suvereto,  Val di Cornia Suvereto Merlot, Cabernet Sauvignon e Sangiovese hanno sapore asciutto, vellutato, armonico, di buon corpo, vellutato per il Cabernet Sauvignon e il Sangiovese.
Gradazione   La gradazione minima è di 11,00% vol per il Val di Cornia Bianco e il Val di Cornia Rosato. Per il Val di Cornia Ansonica è di 11,50% vol. Il Val di Cornia Rosso, Ciliegiolo, Merlot, Sangiovese e Cabernet Sauvignon devono avere una gradazione minima di 12,00% vol. Il Val di Cornia Aleatico 16,00% vol. Il Val di Cornia Ansonica Passito 17,00% vol. Il Val di Cornia Suvereto, Suvereto Merlot, Cabernet Sauvignon e Sangiovese devono avere una gradazione di 12,50% vol.
Età ottimale  

I vini "Val di Cornia" Sangiovese, Merlot, Cabernet Sauvignon, nonché le tipologie con la menzione "Superiore" devono essere sottoposti ad un periodo di invecchiamento di 18 mesi.

 

 

  Zona di produzione

  

  Tipologie

  • Val di Cornia Bianco
  • Val di Cornia Rosso
  • Val di Cornia Rosato
  • Val di Cornia Ansonica
  • Val di Cornia Cabernet Sauvignon
  • Val di Cornia Ciliegiolo
  • Val di Cornia Merlot
  • Val di Cornia Sangiovese
  • Val di Cornia Vermentino
  • Val di Cornia Aleatico passito
  • Val di Cornia Ansonica passito
  • Val di Cornia Suvereto
  • Val di Cornia Suvereto Cabernet Sauvignon
  • Val di Cornia Suvereto Merlot
  • Val di Cornia Suvereto Sangiovese

  Calice e servizio

Il Val di Cornia Bianco va degustato a una temperatura di 6-8 gradi in calici flute. Il Rosso va servito in calici bordolesi a 16-18 gradi di temperatura. La tipologia Rosato va servito in calici di media capacità a tulipano ampio a una temperatura di 12-14 gradi.

 

 Abbinamento con i   cibi

Il Val di Cornia Bianco si accompagna bene alla panzanella, al marzolino, alla minestra di riso, alla torta con acciughe, alle triglie alla livornese o ai polpi in galera. Il Rosso si abbina invece a secondi piatti a base di carne bianca, polpettone alla fiorentina, coniglio, fagioli al fiasco, scottiglia. La tipologia Rosato è ideale assieme a piatti tradizionali toscani come la panzanella, i crostini alla toscana, il lardo di Colonnata, il buristo, la caciotta toscana, la zuppa di lenticchie, i fagioli, l'anguilla marinata. I vini da dessert si prestano per un vasto assortimento di dolci; il passito è più indicato per i dolci a pasta molle e al cucchiaio.