San Gimignano

La San Gimignano Doc è prodotta nella zona collinare del comune di San Gimignano in provincia di Siena. Già famoso per la produzione della Vernaccia, questo territorio vanta una tradizione vitivinicola molto antica. Le sue origini risalgono, infatti, all'epoca etrusca, periodo in cui vennero trapiantate le viti e gettate le basi per la coltivazione specializzata delle uve. La Doc San Gimignano è di recente istituzione e comprende le tipologie Rosso, Novello, Rosso riserva, Rosato, Vin Santo e Vin Santo Occhio di Pernice. Sono previste anche le tipologie Rosso e Rosato sangiovese. I vini San Gimignano devono essere prodotti dalle uve provenienti dai vigneti situati esclusivamente all'interno del comune di San Gimignano, nelle zone collinari, di buona esposizione e con altimetria non superiore ai 500 m s.l.m.

 Vitigno

Il Rosso, il Novello e il Rosso riserva sono prodotti con almeno il 50% di uve Sangiovese, e con altre uve della zona a bacca rossa; il Rosato è prodotto con un minimo del 60% di uve Sangiovese, Canaiolo nero per un massimo del 20%, Trebbiano toscano, Malvasia del Chianti, Vernaccia di San Gimignano per un massimo del 15%, a cui può essere aggiunto un 15% di altre uve della zona a bacca rossa; il Vin Santo è prodotto per almeno il 50% da uve Malvasia del Chianti, Trebbiano toscano per il 30%, Vernaccia di San Gimignano per il 20% e con un'eventuale aggiunta di altre uve della zona per un massimo del 10%. Il Vin Santo Occhio di Pernice è a base di Sangiovese (dal 70 al 100%), con l'eventuale aggiunta di altri vitigni a bacca rossa.

 Caratteristiche

Aspetto   

Il Rosso presenta colore rosso rubino più o meno intenso, tendente al granato con l'invecchiamento. Il San Gimignano novello ha colore rosso rubino chiaro con riflessi violacei. Il Rosato ha colore rosato più o meno intenso con riflessi rubini. Il Vin Santo ha colore dal dorato all'ambrato più o meno intenso. Il Vin Santo Occhio di Pernice si presenta con colore da rosa intenso a rosa pallido.

Profumo   Il Rosso ha profumo vinoso, delicato; il Novello profumo vinoso, fruttato, intenso; il Rosato ha profumo vinoso, fruttato, delicato di uva appena pigiata; il Vin Santo ha profumo etereo, intenso, delicato, caratteristico; il Vin Santo Occhio di Pernice presenta profumo intenso.
Gusto  

Il Rosso ha un sapore asciutto, armonico, di buon corpo, giustamente tannico; il Novello ha sapore morbido, vellutato, sapido; il Rosato ha sapore delicato, armonico, vellutato; il Vin Santo ha sapore dal secco all'amabile, pieno, morbido, persistente; infine il Vin Santo Occhio di Pernice ha sapore dolce, morbido, vellutato, rotondo.

Gradazione   La gradazione alcolica minima del Rosso è di 11,50% vol (12,00% vol per la Riserva), quella del Novello è di 11,00% vol, quella del Rosato è di 10,50% vol, mentre quella del Vin Santo è di 16,50% vol e del Vin Santo Occhio di Pernice è di 16,00% vol.
Età ottimale  

I vini San Gimignano Rosso, San Gimignano Sangiovese, San Gimignano Cabernet Sauvignon, San Gimignano Merlot, San Gimignano Syrah e San Gimignano Pinot Nero possono aver diritto alla menzione Riserva se sottoposti adinvecchiamento di almeno 24 mesi di cui almeno 7 in fusti di legno

 

 

  Zona di produzione

  

  Tipologie

  • San Gimignano Rosso
  • San Gimignano Rosso Riserva
  • San Gimignano Novello
  • San Gimignano Rosato
  • San Gimignano Vin Santo
  • San Gimignano Vin Santo Occhio di Pernice

 Calice e servizio

Il San Gimignano Rosso Doc va servito a una temperatura di 16-18 gradi in calici bordolesi. Il Rosato deve essere servito in calici ampi e aperti a una temperatura di 12-14 °C. Il Vin Santo va gustato in calici di media capacità a tulipano a una temperatura di 10-12°C.

 

 Abbinamento con i   cibi

Il San Gimignano Rosso Doc si accompagna perfettamente alla panzanella, ai crostini alla toscana, al pecorino, alla caciotta toscana, alle zuppe regionali e ai fegatelli. Il Rosato si abbina bene alla caciotta toscana, alla zuppa di lenticchie, ai fagioli e al pollo. Il Vin santo accompagna bene i biscottini di Prato, i brigidini, il buccellato, il castagnaccio e i ricciarelli.