Strada del Vino Monteregio di Massa Marittima

La Strada del Vino Monteregio di Massa Marittima si snoda all’interno del comprensorio delle colline dell’Alta Maremma Grossetana, ambiente naturale che raccoglie le caratteristiche della Maremma aspra e selvaggia e la raffinatezza dei centri ricchi di storia e cultura.
La Strada del vino Monteregio prevede tre itinerari: il primo, oltre ai comuni di Monterotondo Marittimo e Follonica, comprende quello di Massa Marittima, in cui sono riuniti in un medesimo ambiente, la piazza, tutti gli edifici necessari alla vita pubblica di una città dell’epoca comunale (XIII secolo): il Duomo, il Palazzo del Podestà, il Palazzo del Comune, la Loggia del Mercato, e poco più in là la Zecca e la Fonte Pubblica dove si trova il Palazzo che oggi ospita il Centro informazioni della Strada del Vino. Nella zona circostante vale la pena visitare il lago dell’Accesa, il Parco di Montioni e i castelli medievali di Lecceta e Cugnano. Il secondo percorso è principalmente il Comune di Roccastrada, sede del Museo della Vite e del Vino, 
dove si alternano pianure e colline sinuose su cui si ergono borghi medievali tra cui Montemassi. Il terzo micropercorso comprende Castiglione della Pescaia con l’imponente castello che domina il litorale, l’area archeologica di Vetulonia, una delle dodici più importanti città etrusche. Fu riscoperta alla fine dell'Ottocento dalle ricerche archeologiche condotte daIsidoro Falchi. I ritrovamenti hanno confermato l'opulenza di questo centro etrusco, il cui benessere si basava sui bacini minerari del territorio. Infine Gavorrano e Scarlino, con la riserva naturale delle “Bandite di Scarlino”.