Le strade del vino

Le Strade del Vino sono itinerari all'interno di territori ad elevata produzione vinicola caratterizzati da importanti attrattive culturali, storiche e naturalistiche. Le Strade del Vino consentono, quindi, al turista, di visitare cantine e aziende vinicole tra le più famose del mondo tra paesaggi incontaminati e borghi medievali di rara bellezza.

Ben 14 sono le Strade del Vino in Toscana, qui ne percorreremo solo alcune.

Strada del Vino del Chianti Classico

La Storia ha voluto che l’isola d’Elba fosse teatro di grandi eventi: non esiste civiltà del Mediterraneo che non abbia lasciato tracce rilevanti del proprio passaggio. Natura, arte e cultura millenaria, racchiuse in un microcosmo di 224 kmq, creano un’atmosfera unica, rievocano scenari straordinari, frutto di incontri tra popoli diversi.
Secondo le narrazioni mitologiche è a Porto Argon, l’odierna Capo Bianco, che Giasone fece tappa durante l’avventurosa ricerca del Vello d’oro e, come rivela Virgilio nell’Eneide, dallo stesso porto salparono trecento giovani elbani per portare aiuto al "Pio Enea" nella dura lotta contro i Rutuli.
Per gli Etruschi, l’Elba costituì una inesauribile fonte di ricchezza: già nel VIII secolo a.C. sfruttavano le miniere ed esportavano il ferro in tutto il bacino del Mediterraneo, ricavandone enormi ricchezze. Sorsero così i forni, che giorno e notte fondevano i minerali con alti bagliori e, come narra Aristotele, dettero origine al nome Aethalia (scintilla), attribuito all’Elba dai navigatori Greci. Dei cinque secoli di dominazione etrusca rimangono diverse necropoli, alcuni resti di forni fusori e numerosi "villaggi d’altura", inseriti in scenografie inimitabili.

 

Leggi tutto...
 

Strada del Vino Nobile di Montepulciano

Questo itinerario si snoda attorno al Comune di Montepulciano, definita “perla del Rinascimento”, all'interno di una superficie di 165 kmq. La città di Montepulciano si trova su un colle a 605 mt sul livello del mare, dal quale la vista spazia sulle vallate circostanti e sui meravigliosi vigneti. Dalla torre del Palazzo comunale, in giornate molto limpide, si vede il Gran Sasso d’Italia. Interessante il Palazzo del Capitano del Popolo, già dichiarato immobile di interesse storico e architettonico, situato nella cornice di Piazza Grande, su cui si affacciano il Palazzo Comunale, il Duomo ed alcuni palazzi Rinascimentali. Da questa cittadina sono facilmente raggiungibili altre località artistiche: Pienza, Chiusi, Cortona, Assisi.

La Strada dei Vini di Montepulciano permette di scoprire chiese, monumenti, borghi, attrezzature turistiche e termali di altissima qualità. Oltre alwine tournelle aziende produttrici di Vino Nobile, la Strada del Vino Nobile promuove visite ai punti di interesse della città di Montepulciano e dintorni. Montepulciano è l’ideale come punto di partenza verso località termali.

Leggi tutto...
 

Strada del Vino dei Colli di Maremma

Questa “Strada” è ubicata nella parte sud-est della provincia di Grosseto. Ha molto da dire, da raccontare, è una delle Strade più grandi d'Italia, ma anche quella che offre maggiori proposte ed opportunità, dal mare alla collina fino alle pendici del Monte Amiata. È un territorio ricco di storia, tradizioni e tipicità, uno squarcio di vera e autentica genuinità. Racchiude i comuni di: Capalbio, ai confini sud della Toscana, si erge sopra un colle boscoso e rigoglioso della tipica macchia della maremma. Anticamente fu castello delle Tre Fontane di Roma (VIII sec.) e nel periodo medioevale fu di proprietà della famiglia degli Aldobrandeschi; nel 1416 fu annessa alla Repubblica Senese. Il paese conserva quasi intatto il suo impianto medievale tanto che si può percorrere, lungo le mura, l’antico cammino di ronda e una delle porte aperte nella cinta, la Senese, ha ancora le ante delle origini quattrocentesche in legno massiccio. Orbetello, sulla sottile lingua di terra che si protende in mezzo alla laguna costiera e a cui dà il nome. Particolare è la sua forma a scafo, ancorata nelle placide acque della Laguna e unita al Promontorio del Monte Argentario da una diga artificiale costruita nel 1841.

Leggi tutto...
 

Strada del Vino Montecucco

La Strada del Vino di Montecucco percorre un'area molto vasta, dalle pendici del Monte Amiata, presso Cinigiano, tra la Maremma e il Monte Amiata. Tutti i comuni che attraversano l'itinerario si trovano in Provincia di Grosseto, nella parte meridionale della Toscana: Cinigiano, Civitella Marittima, Paganico, Campagnatico, Castel del Piano, Arcidosso, Seggiano e Roccalbenga; il paesaggio che si presenta è suggestivo ed affascinante, tipico dell'entroterra collinare maremmano.
Il percorso della strada del Montecucco attraversa le zone più importanti della DOC. Partendo da Paganico, centro vitale e moderno con un'interessante cinta muraria a quattro porte del IV secolo, si arriva fino a Sasso d'Ombrone. Degni di nota il ponte sull'Ombrone e 
una porta medioevale. Salendo si arriva fino a Poggi del Sasso, caratteristico borgo rurale. Da Montecucco si arriva facilmente a Cinigiano, borgo medioevale che ospita il centro informazioni sulla strada del vino. A Cinigiano ci sono da visitare le cantine del Cassero aperte durante la festa dell'uva di ottobre. A pochi chilometri da Cinigiano vi è il Castello di Porrona, incantevole borgo, punto di rappresentanza e di immagine per la DOC Montecucco.

Leggi tutto...
 

Strada del Vino Vernaccia di San Gimignano

Questa strada del vino parte da Castel San Gimignano, attraversa colline ricoperte da oliveti e vigneti e culmina nell'antica San Gimignano. Denominata "città delle torri", San Gimignano è un gioiello d'arte e storia che vanta la vicinanza di Siena. Vini tipici del territorio sono: Vernaccia di San Gimignano e il Chianti dei Colli senesi. San Gimignano si erge su di un colle a dominio della Val d’Elsa. Il centro è un vero e proprio gioiello d'arte che conserva intatto il fascino di un'epoca passata. Bellissima la Collegiata di S. Maria Assunta costruita nel XII secolo. All'interno vi sono affreschi del '300 senese che raffigurano le Storie del Vecchio Testamento ad opera di Barna da Siena, Bartolo di Fredi e Taddeo di Bartolo e affreschi del '400 fiorentino. La Chiesa di S. Agostino è affrescata da Benozzo Gozzoli e vi si trova anche una Incoronazione del Pollaiolo. Da segnalare anche il Palazzo del Podestà che conserva un affresco del Sodoma. Di bellezza spettacolare anche la Piazza della Cisterna, con al centro un bel pozzo.

 

Strada del Vino Monteregio di Massa Marittima

La Strada del Vino Monteregio di Massa Marittima si snoda all’interno del comprensorio delle colline dell’Alta Maremma Grossetana, ambiente naturale che raccoglie le caratteristiche della Maremma aspra e selvaggia e la raffinatezza dei centri ricchi di storia e cultura.
La Strada del vino Monteregio prevede tre itinerari: il primo, oltre ai comuni di Monterotondo Marittimo e Follonica, comprende quello di Massa Marittima, in cui sono riuniti in un medesimo ambiente, la piazza, tutti gli edifici necessari alla vita pubblica di una città dell’epoca comunale (XIII secolo): il Duomo, il Palazzo del Podestà, il Palazzo del Comune, la Loggia del Mercato, e poco più in là la Zecca e la Fonte Pubblica dove si trova il Palazzo che oggi ospita il Centro informazioni della Strada del Vino. Nella zona circostante vale la pena visitare il lago dell’Accesa, il Parco di Montioni e i castelli medievali di Lecceta e Cugnano. Il secondo percorso è principalmente il Comune di Roccastrada, sede del Museo della Vite e del Vino, 
dove si alternano pianure e colline sinuose su cui si ergono borghi medievali tra cui Montemassi. Il terzo micropercorso comprende Castiglione della Pescaia con l’imponente castello che domina il litorale, l’area archeologica di Vetulonia, una delle dodici più importanti città etrusche. Fu riscoperta alla fine dell'Ottocento dalle ricerche archeologiche condotte daIsidoro Falchi. I ritrovamenti hanno confermato l'opulenza di questo centro etrusco, il cui benessere si basava sui bacini minerari del territorio. Infine Gavorrano e Scarlino, con la riserva naturale delle “Bandite di Scarlino”.

 

Strada del Vino di Montespertoli

La Strada del Vino di Montespertoli si sviluppa tutta all'interno del territorio chiantigiano di Montespertoli. Considerata una delle capitali del vino toscano, si trova in posizione centrale, vicina ai maggiori centri storici della Toscana e a soli 35 km da Firenze.

Da visitare a Montesterpoli il Museo di Arte Sacra, che ha sede nella canonica di San Piero in Mercato, che conserva dei veri tesori, da una Madonna di Filippo Lippi ai preziosi parati, argenterie, paramenti sacri. Montespertoli è la meta ideale per un viaggio alla scoperta delle testimonianze del medioevo, tra i maestosi castelli che circondano il capoluogo, nei borghi di Lucardo, Botinaccio, Poppiano, Montegufoni e Sonnino e le chiese, di struttura semplicissima, come la suggestiva Pieve di San Piero in Mercato e San Martino e San Giusto a Lucardo. Testimonianze del Rinascimento si trovano nelle chiese di Sant’Andrea a Montespertoli e San Lorenzo a Montegufoni, dove, dall’altare maggiore, si impone alla vista il Crocifisso di Taddeo Gaddi.

Leggi tutto...
 

Strada del Vino dei Colli di Candia e Lunigiana

Nel territorio della Provincia di Massa-Carrara, la Strada del Vino dei Colli di Candia e di Lunigiana si inserisce in un contesto nel quale la storia, la natura, l'ambiente hanno creato peculiarità di notevole interesse.

È un percorso che parte da Pontremoli, suggestivo borgo, che con i suoi eleganti palazzi barocchi testimonia la fortuna mercantile di questo luogo. Qui meritano una sosta la Chiesa di San Francesco, con il suo elegante portico settecentesco, dove si conserva ancora oggi un bassorilievo marmoreo di Agostino di Duccio, l'elegante Teatro della Rosa, di fronte alla torre medievale di Castelnuovo e alla chiesa barocca di Nostra Donna completamente affrescata. Appena fuori dell'abitato si trova il complesso quattrocentesco del convento e della chiesa della Santissima Annunziata, costruito interamente in pietra, in cui si trovano molte opere fra le quali spicca un tempietto barocco attribuito al Sansovino e alcune tele di Luca Cambiaso.

Leggi tutto...
 

Strada del Vino delle Colline pisane

La Strada del Vino delle Colline Pisane attraversa uno scenario tipicamente toscano di tanti piccoli borghi con grandi tradizioni. Nelle immediate vicinanze di Pisa, in un territorio agreste e molto variegato, si snoda il percorso della Strada del Vino delle Colline Pisane. È un itinerario facilmente accessibile, percorribile anche con mezzi ecologici alternativi all’auto. Da dolci pianure si passa a colline ricche di boschi secolari, di castagneti e di vegetazione tipica che, con il variare delle stagioni, caratterizzano il panorama di effetti suggestivi. Il percorso è costellato da una serie di piccole cittadine e da minuscoli borghi, di antica origine, nei quali, oltre a vestigia del passato, è ancora possibile apprezzare il ritmo quieto della vita contadina e dove, rapiti da splendide vedute, possiamo lasciarci tentare da un mare di specialità enogastronomiche. Gli itinerari turistici più caratteristici vanno da San Miniato verso Palaia, La Rotta, Peccioli. Si accede da San Miniato, il cui luminoso passato è testimoniato da vestigia ancora integre. Partendo seguiamo per Marzana, dove sorge l’omonimo Castello, raggiungibile attraverso un paesaggio collinare e silenzioso.

Leggi tutto...
 

Strada del Vino Costa degli Etruschi

In uno scenario paesaggistico di rara intensità, dal verde intenso delle vigne inserite nei boschi al blu profondo del mare ai reperti etruschi famosi in tutto il mondo, la Costa degli Etruschi si estende da Montecatini Val di Cecina, passando per Cecina, Montescudaio, Casale Marittimo, Bolgheri, Castagneto Carducci, Suvereto fino a Campiglia Marittima per poi proseguire sull'Isola d'Elba da Rio Marina a Marina di Campo.

La prima zona DOC che si incontra è quella di Montescudaio, in provincia di Pisa, originariamente sede di un monastero benedettino. Lungo il "percorso della memoria” si trovano i palazzi di nobili famiglie, come i Marchionneschi, i Ridolfi e i Guerrini, la Chiesa della SS. Annunziata, fino a raggiungere la Torre della Guardiola e il Piazzale del Castello con la Chiesa di Santa Maria Assunta, posti in posizione panoramica sopra il paese. Procedendo si entra in provincia di Livorno con il borgo di Bibbona, capofila della nuova zona DOC Terratico di Bibbona.

Leggi tutto...